RIFUGI DEL BENE. RIFUGI DEL MALE. IL TENTATIVO DI SALVEZZA DI ANNA MARIA ORTESE.

  • Angela Bubba Università di Roma, La Sapienza

Resumo

Una delle più grandi scrittrici del Novecento, Anna Maria Ortese, visse la tua intera esistenza all’insegna  di una voluta distanza dal mondo, una lontananza che tuttavia non era una semplice estraneità da ciò che più la turbava, ma al contrario un punto di osservazione privilegiato da cui indagare e comprendere i nostri tempi. Non un nascondiglio ma un riparo attivo, un rifugio lucido e penetrante dove studiare il dolore della realtà. Seguendo le sue pubblicazioni, e privilegiando l’immagine del nativo americano, della natura e degli animali, emblemi massimi della sensibilità ortesiana, l’articolo esporrà i punti salienti della poetica dell’autrice, sempre tendente a recuperare i misteri del mondo, a scegliere un rifugio e all’interno di questo combattere, per la salvezza propria e altrui.

Palavras-chave

America, Animale, Bene, Male, Anna Maria Ortese

  • Resumo visualizado = 1 vezes
  • PDF visualizado = 0 vezes

Downloads

Não há dados estatísticos.
Publicado
2018-12-27
Como Citar
BUBBA, Angela. RIFUGI DEL BENE. RIFUGI DEL MALE. IL TENTATIVO DI SALVEZZA DI ANNA MARIA ORTESE.. Biblos, [S.l.], n. 4, p. 83-98, dez. 2018. ISSN 2183-7139. Disponível em: <http://impactum-journals.uc.pt/biblos/article/view/6100>. Acesso em: 20 jan. 2019.
Secção
Refúgios